Anziano assassinato a Fondi: città sotto choc, inquirenti alla ricerca dell’arma

ris

Anziano assassinato a Fondi: città sotto choc, inquirenti alla ricerca dell’arma

La città di Fondi è sotto choc per l’omicidio di Vincenzo Zuena, pensionato di 79 anni assassinato ieri, in pieno giorno, nel suo appartamento al secondo piano di una palazzina al civico 207 di via Madonna delle Grazie. A trovarlo, ore dopo il decesso, in un lago di sangue all’ingresso, è stata la moglie dell’uomo,quando, alle 19, è tornata a casa. Il medico legale Cristina Setacci, incaricata dal sostituto procuratore Cristina Pigozzo, ha contato otto coltellate inferte tra spalla, collo e fianco. Una profonda ferita alla mano starebbe ad indicare che l’uomo avrebbe provato a difendersi. 

ris

Un omicidio efferato le cui cause, tuttavia, restano un mistero: gli agenti coordinati dal vice questore Massimo Mazio e dal sostituto commissario Franco Pellegrino non hanno infatti trovato segni di effrazione né sulla porta di ingresso, né sul portone, né sul cancello principale. La cassaforte non è stata neppure sfiorata così come il portafogli dell’uomo dal quale non sarebbe stata sottratta neppure una banconota. Letteralmente a soqquadro invece la camera da letto come se il malvivente avesse intrapreso una veloce e disperata ricerca di qualcosa e fosse stato colto sul fatto. Oppure l’assassino potrebbe aver trovato un modo per farsi aprire, potrebbe aver accoltellato Zuena e poi potrebbe aver tentato di cercare frettolosamente qualcosa in camera da letto prima di fuggire. Non si esclude quindi l’ipotesi di una rapina finita male. L’intera scena, tuttavia, si sarebbe svolta nel silenzio più totale dato che nessuno dei vicini residenti negli altri cinque appartamenti del palazzo, alcuni dei quali sono entrati e usciti più volte tra le 16 e le 19 sembra aver visto né sentito nulla. La priorità, al momento, è l’arma del delitto ch, nonostante le ricerche nei cassonetti, nel cortile dello stabile e tra le auto parcheggiate, non è ancora stata trovata. Secondo le testimonianze raccolte dagli agenti, un uomo avrebbe chiesto un coltello in prestito al vicino bar e non l’avrebbe più restituito. Ancora non è chiaro tuttavia se i due episodi possano essere in qualche modo connessi. Zuena lascia la moglie Alessandra, tre figli e sette tra fratelli e sorelle.

Paura in città, dove la criminalità dilaga, dal centro alle periferie. 

E tu, che fai? Non puoi vivere nel terrore, nell’insicurezza. Tu e la tua famiglia meritate la serenità che solo il migliore dei sistemi di sicurezza può garantirti.

 

www.evolveinsecurity.it

 

 

VUOI UN BISCOTTO? I cookie ci aiutano a ricordare le tue preferenze. Cookie Policy

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi